ADSP Livorno Annuncia il Nuovo Piano Ambientale

Dic 13, 2022Carico, Internazionale0 commenti

“Ci vorranno 77,5 milioni di euro e tre anni di lavori per mettere in funzione gli impianti di Cold Ironing nei porti. L'ADSP, dopo aver approvato il Documento di Programmazione Energetica e Ambientale di Sistema, ha tracciato la road map delle azioni da attuare immediatamente per il Piano Nazionale di Rilancio e Resilienza, incentrato sullo sviluppo di tecnologie per la fornitura di energia elettrica per le navi arrivo al molo”.

Lo riferisce l'Autorità di sistema portuale di Livorno, Piombino ed Elba: “Le risorse ci sono dal Fondo Complementare al PNRR. I tempi di attuazione sono stati definiti da una relazione di sintesi firmata da Sandra Muccetti e presentata questa mattina al Comitato di Gestione. Per il porto di Livorno è prevista la realizzazione di due impianti, uno dedicato al traffico misto crociere e Ro/Ro, e uno per navi portacontainer, per un importo complessivo di 45,5 milioni di euro”.

Fissata una cifra pari a 16 milioni di euro la realizzazione dell'impianto per il traffico misto RoRo-Pax e cruise per il porto di Piombino: “Il progetto prevede la realizzazione della sottostazione di trasformazione in prossimità della banchina Dente Nord Capitaneria; la restante parte degli impianti sono canalizzazioni e cavi che saranno interrati e quindi non visibili. Infine, per Portoferraio, sarà realizzata una cabina di trasformazione a ridosso del porto, a poca distanza dalle banchine del porto dell'Elba”.

“Crediamo fortemente nello sviluppo del cold ironing” ha dichiarato il presidente Luciano Guerrieri: “I vantaggi derivanti dall’elettrificazione delle navi da terra sono tangibili. L'obiettivo è ridurre le emissioni inquinanti in atmosfera e il rumore derivanti dall'utilizzo da parte delle navi di motori ausiliari per produrre energia elettrica mentre sono ormeggiate in banchina”.

it_ITItalian